mercoledì 23 maggio 2018

Frittate di riso

Ingredienti:
600 g di riso bianco precotto
6 uova
 3 cucchiai di piselli 
una fetta spessa di fontina
3 cucchiai di formaggio grattugiato


In una ciotola mettete sbattete le uova, unite il formaggio grattugiato, i piselli e mescolate.
Correggete di sale e pepe e unite ora il riso.
Amalgamate e iniziate a riempire i pirottini da muffin unti da burro e pangrattato.
Saranno circa 10 i pirottini da riempire, all'interno ho mascherato dei cubetti di fontina.
Una volta cotti in forno per circa 30 minuti a 180°C


martedì 22 maggio 2018

Danubio salato


Certo che è il colmo... lavoro in cucina in una pizzeria e mi metto ad impastare.... al mio titolare però non ho portato l'assaggio anche se devo dire che è venuto parecchio bene!

Ingredienti:
 500 g di farina 00
2 uova
1 patata lessa
15 g di lievito
150 ml di latte
50 g di burro
50 g di parmigiano grattugiato
1 cucchiaino raso di zucchero
3 cucchiaini di sale fino
150 g di scamorza affumicata
120 g prosciutto cotto a cubetti
1 uovo per spennellare.

In una ciotola abbastanza capiente mettete la farina con il lievito ammorbidito in poco latte.
Schiacciate la patata con la forchetta, unite il burro ammorbidito, le uova, lo zucchero, il parmigiano grattugiato alla farina.
Continuate a mescolare, unite quindi il sale e il latte rimasto.
Impastate bene e lasciate a lievitare per almeno 2 ore in una ciotola chiusa con pellicola trasparente.

Trascorso questo tempo, fate 18/20 palline con l'impasto.
Tagliate il formaggio e preparate il prosciutto.
Schiacciate le palline e al centro mettete un po' di formaggio e prosciutto e chiudetele bene.
Imburrate una tortiera e adagiate le palline di impasto.
Lasciate riposare così ancora per un'ora, quindi spennellate con l'uovo che avevate tenuto a parte e infornate a 180° C per circa 30/35 minuti.
Servite tiepido.



venerdì 18 maggio 2018

Crostata vegana con marmellata

Nei giorni scorsi ho fatto su richiesta della mia mamma una crostata classica da regalare ad alcune amiche al lavoro.
Non sapendolo, ho fatto la classica crostata con le uova.... il burro... "A parte una ragazza l'han mangiata tutta"...Perchè una no? E' vegana. "Ne faresti un'altra adatta la prossima settimana?"
Eccomi qui quindi a provare.... 

Ingredienti per uno stampo di 20 cm circa di diametro:
60 ml di acqua
60 ml di olio di semi
80 g di zucchero integrale
250 g di farina 00 o di tipo 2 (semi integrale)
1 cucchiaino di lievito per dolci
la scorza di un limone o la fialetta di vaniglia
un pizzico di sale
3/4 cucchiai di marmellata.



Iniziamo con il far sciogliere lo zucchero nell'acqua tiepida con il sale mescolando la frusta.
Aggiungiamo poi l'olio sempre mescolando.
Uniamo la farina setacciata con un cucchiaino di lievito, la vaniglia o il limone, ed amalgamiamo bene.
Facciamo riposare in frigorifero, avvolta nella pellicola, la palla di pasta così ottenuta per circa 40 minuti.
Dividiamo un due palline più piccole la pasta.
Stendiamo la prima per far il fondo della torta che andremo ad adagiare in una tortiera imburrata o infornata o rivestita di carta forno.
Bucherellare con la forchetta e versare la confettura scelta.
Stendiamo la seconda frolla e intagliamo le strisce, le forme o quello che volete mettere sulla superficie per decorare la torta.
Infornate a 180° C per circa 35/40 minuti.


Una volta raffreddata, spolverizzate con lo zucchero a velo.

domenica 13 maggio 2018

Biscotti al limone

Festa della mamma.....
Una delle cose che ho imparato da lei è quella di non buttare la roba da mangiare.
Non sempre mi riesce, se devo dire la verità! Stavolta però i due limoni di cui ho usato la scorza qualche ricetta fa sono tornati utili perchè per questi biscotti serviva il succo! 

Ingredienti:
500 g di farina 00
180 g di zucchero
180 g di burro
2 limoni
2 uova
2 cucchiaini di lievito per dolci.


Come per ogni frolla dovrete impastare e poi aspettare un'oretta prima di stender la pasta e formare i biscotti.
Fate ammorbidire il burro e unite lo zucchero.
Aggiungete quindi le uova, la buccia dei limoni e il succo dei due limoni.
Credo che il succo dei due sia un po' troppo, forse ne basterebbe anche uno solo.. Va a gusti!
Unite quindi la farina e il lievito e amalgamate bene.
Avvolgete la pasta ottenuta in pellicola e trascorsa almeno un'ora stendete la pasta e col tagliabiscotti formate i biscotti.
Infornate a forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti.
Potete anche spolverizzarli di zucchero a velo una volta raffreddati.

sabato 12 maggio 2018

Mascarpone alle fragole

Ingredienti per 10/12 coppette (dipende dalla dimensione):
1 kg di mascarpone
10 uova
3 etti di zucchero
biscotti secchi q.b.
cioccolato q.b.
500 g di fragole fresche circa.


Ieri avevo qualche amica a cena e ho cercato di far un dolce veloce e fresco da mangiare dopo le tigelle... Non esattamente leggero direte voi! 

Separate i tuorli dagli albumi.
Montate a neve ben ferma questi ultimi.
Ai tuorli unite lo zucchero e mescolate bene, deve diventare una crema bella spumosa.
A questo punto unite il mascarpone ai tuorli e, infine, unite gli albumi.

Scegliete le coppette e iniziate a disporre le fragole fatte a fettine sul bordo.
Sul fondo mettete altre fragole fatte a cubetti, sbriciolate  qualche biscotto sul fondo e, con l'aiuto di un mestolo, andate a riempire con la crema al mascarpone.

Per la copertura scegliete voi.... Una fragola intera sulle scaglie di cioccolato.... sbriciolate ancora qualche biscotto e altre fragole a tocchetti...
Riponete in frigorifero fino al momento di servire

venerdì 11 maggio 2018

Risotto con prosciutto, nocciole e gorgonzola

Periodo produttivo questo, forse perchè ho un po' più di tempo per ragionare e studiare cose nuove.
Stasera mi andava di coccolarmi con un risottino e ne è uscito il seguente!
Buon appetito!



Ingredienti per 4 persone:
uno scalogno o una cipolla bianca
2 cucchiai di olio
100 g di prosciutto crudo
350 g di riso
un bicchiere di vino bianco
150 g di gorgonzola dolce
20 g di nocciole tritate
20 g di burro
brodo q.b. (circa un litro)

In una padella mettete un paio di cucchiai di olio e lo scalogno tritato.
Tagliate a striscioline il prosciutto crudo e mettetelo in padella.
A questo punto mettete a tostare il riso e fate sfumare con il vino bianco.
Non avevo il vino ed ho usato un goccio di birra ambrata.
Mano a mano che serve aggiungete il brodo come si fa ogni volta che si fa un risotto.
Poco prima di terminare la cottura, mantecare con il gorgonzola, una noce di burro e unire le nocciole tritate. 
Se volete tenerne qualcuna per usarla una volta impiattato, scegliete voi.
Potete non mettere il formaggio grattugiato e io non ho nemmeno salato.

giovedì 10 maggio 2018

Polpette di cavolfiore

Breve premessa per chi non mi conosce oltre questo monitor.
A fine anno ho chiuso una ditta individuale nell'ambito del settore tessile e da un paio di mesi lavoro in una cucina di una trattoria che ha riaperto con nuova gestione.
La mia mansione è preparare i contorni per il buffet del pranzo a menù fisso e i dolci.
Ecco, sfogliando il mio blog, di dolci ce ne sono parecchi... di verdure molto meno!
Mi devo quindi documentare a mia volta e fare delle prove.
Ho però capito in breve che certe verdure non piacciono... cavolfiori e finocchi in primis! Le carote a rondelle e gli spinaci al burro e formaggio non piacciono a tutti...Però..... 
Sotto forma di polpette o di frittate o in torte salate riesco a fargliele mangiare!!!! Sono soddisfazioni!

Oggi ho mascherato i cavolfiori!




Ingredienti:
500 g di cavolo
25 g di pecorino
25 g di parmigiano grattugiato
1+1 uovo 
2 cucchiai di pangrattato
prezzemolo
sale 
pepe
pangrattato q.b.
olio extra vergine d'oliva.

Avevo del cavolfiore già cotto, l'ho mescolato coi formaggi grattugiati, un uovo. due cucchiai di pangrattato, del prezzemolo tritato.
Aggiustate di sale e pepe e iniziate a formare le palline con l'impasto ottenuto.
Passate ora le polpette così  ottenute nel secondo uovo sbattuto e nel pangrattato.
Posizionate le palline fatte su una placca da forno e passate un filo d'olio.
Infornate a 180° C per circa 30 minuti o per lo meno finchè non saranno belle dorate.
A metà  cottura, se possibile, giratele per farle dorare anche sul fondo.